logo [vc_empty_space height="10px"] Duis autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat. [vc_empty_space height="10px"]

L’evoluzione della cucina e della tavola

alt="Evoluzione della cucina e della tavola - Cesar cucine"

Come evolve la presenza della cucina e della zona pranzo nelle nostre case e nei ristoranti? Da locale tecnico, spesso completamente nascosto, il blocco cucina diventa elemento centrale della casa o dei luoghi pubblici mentre la tavola fa onore alla convivialità e alla condivisione con grandi tavolate che non sono più solo una caratteristica delle mense o dei luoghi più spartani. Così come la tavola condivisa diventa un elemento voluto e distintivo anche di luoghi più sofisticati ed eleganti, le cucine a vista non sono più luoghi da nascondere ma da mostrare.

alt="Evoluzione della cucina e della tavola - Elle Decor - Stefano Pavesi"

Photo credits: Stefano Pavesi

Il temporary restaurant “Déjeuner sur l’Herbe” all’interno dell’Elle Decor Grand Hotel, proposto dallo studio Matteo Thun & Partners negli spazi di Palazzo Morando, prevedeva tre lunghi tavoli conviviali posti su un tappeto di erba verde e affacciati sull’Hortus interno, un orto-giardino sospeso caratterizzato da sfere oversize composte da ortaggi. Maio Restaurant si è avvalso della consulenza del nutrizionista Nicola Sorrentino per mettere a punto un menù bello, buono e sano, che rispetta le stagioni e l’equilibrio alimentare e veniva servito su una tavola apparecchiata con piatti e piattini della collezione A walk in the Garden di Nigel Peake per Hermès.

alt="Evoluzione della cucina e della tavola - Carlo e Camilla in Segheria - Ristorante - Milano"

Photo credits: Carlo e Camilla in Segheria

Nel contesto della ristorazione come non citare il caso emblematico di Carlo e Camilla in Segheria dove lo chef stellato Carlo Cracco da qualche anno propone la sua selezione di cibo e vino in un luogo magico, carico di storia e di semplicità e in cui l’allestimento prevede lunghi tavoli in legno, nobili lampadari di cristallo, sedute di A.G. Fronzoni e di Jasper Morrison prodotte da Cappellini. La tavola in questo caso è vestita con un’inedita mise en place: una distesa di porcellane bianche e piatti dai decori diversi, selezionati nel fuori produzione di Richard Ginori. Un set teatrale dove convivialità e condivisione incontrano la storia del design.

alt="Evoluzione della cucina e della tavola - Cesar cucine - N-elle"

photo credits: Andrea Ferrari

Nella cucina domestica i brand propongono elementi d’arredo curati in ogni dettaglio, eleganti, impeccabili ed altrettanto performanti. E’ il caso dell’azienda Cesar che da anni è attenta alla tecnica e alla qualità quanto alla cultura dell’abitare. Il mobile diventa isola nei modelli N-Elle e Unit e costituisce una presenza di grande carattere all’interno della casa contemporanea. N-Elle ha uno spirito molto elegante, può prevedere l’uso e la combinazione di materiali come il legno e il marmo, dando l’opportunità di realizzare dei “monoliti” che somigliamo ad opere d’arte più che a semplici elementi funzionali dell’abitazione.

alt="Evoluzione della cucina e della tavola - Cesar cucine - Unit"

La cura del particolare diventa espressione di autenticità, quasi un timbro di fabbrica che differenzia il prodotto e rende unico il linguaggio di Cesar che, nel modello Unit, si distingue con un segno più giovane. La forma del piedino che stacca l’isola dal pavimento rende la cucina un elemento leggero, versatile in cui c’è la possibilità di combinare diverse essenze di legni, marmi e laccature, incontrando molteplici gusti. La cucina si presta ad essere protagonista di ambienti sobri ed eleganti e può essere attrezzata con un piano tondo che permette di mangiare proprio dove si sta cucinando, condividendo il piacere della degustazione e della preparazione.

Post a Comment