logo [vc_empty_space height="10px"] Duis autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat. [vc_empty_space height="10px"]

Il modulo in architettura e design

L’uso di un modulo nella progettazione di un oggetto o di una architettura premette di pensare alla sua infinita possibilità di accostamento creando, almeno idealmente, spazi e prodotti che possono continuamente crescere partendo spesso da una base semplice e di dimensione contenuta.

alt="Modulo in architettura e design - Capsule tower Tokyo - Kisho Kurokawa"

Kisho Kurokawa sul finire degli anni ’60 pensò ad un’architettura molto innovativa che mirava all’industrializzazione dell’architettura con la creazione di piccole cellule abitative impilabili ed affiancabili. La Nakagin Capsule Tower completata nel 1972 diventa l’icona del Movimento metabolista, una sorta di albero in cemento armato con un tronco centrale al quale sono “appese” le capsule.

alt="Modulo in architettura e design - Coordinates di Flos - Michael Anastassiades"

Nell’idea di Kurokawa, i singoli elementi potevano essere rimossi, sostituiti o aggiunti e questo è quello che succede al sistema Coordinates di Flos, tra le nuove proposte del Salone del Mobile 2019; disegnato da Michael Anastassiades consiste in un elemento, dal designo lineare e minimale che permette di creare un reticolo infinito e sempre diverso, di linee perpendicolari che disegnano il soffitto e compongono un motivo scenografico e funzionale, per cui diventa riduttivo parlare di semplice lampada.

alt="Modulo in architettura e design - Paola Lenti - Walt di Rota"

Walt di Paola Lenti firmata da Francesco Rota, è una collezione di sedute a 3 posti modulari che permettono diverse configurazioni; gli elementi che compongono il sistema possono essere lineari o sagomati, in diverse dimensioni e permettono l’inserimento di grandi pouf e tavolini di servizio integrando, in un’unico prodotto, le funzioni che solitamente vivono intorno al divano stesso. Il rivestimento delle sedute è sfoderabile ed è disponibile in diversi tessuti, il tavolino è in legno.

alt="Modulo in architettura e design - Add on di Tubes - Satyendra Sakhalé"

Tubes propone un radiatore in alluminio riciclabile il cui cuore è un modulo da 12x24cm e si basa proprio sul principio della modularità. Il progetto “Add on”, del designer Satyendra Pakhalé, offre molteplici possibilità compositive dando luogo a soluzioni creative eterogenee, espresse in forma libera o definita, quadrata e rettangolare. Nella versione intramuro raggiunge la sua massima espressione funzionale, diventando una vera e propria parete scaldante integrata nella struttura d’interni.

alt="Modulo in architettura e design - Monforte - IOC - Mangiarotti"

Monforte screen acustico disegnato da Raffaella Mangiarotti per IOC, è un elemento spaziale divisorio che permette una flessibile composizione dei diversi ambiti di lavoro. Questa parete mobile e snodabile può essere disposta liberamente, componendo e riorganizzando agevolmente diverse tipologie di spazi: meeting room, lounge, aree di attesa. Il sistema garantisce riservatezza senza isolare ed è fonoassorbente, qualità perfetta per rendere più gradevoli, intimi e rilassanti gli spazi più aperti. La struttura è costituita da una serie di elementi tubolari singoli ed indipendenti, rivestiti in tessuto, e collegati tra loro con una catena modulabile.

Post a Comment