logo [vc_empty_space height="10px"] Duis autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat. [vc_empty_space height="10px"]

Verde is the new black

Girando da un’installazione all’altra, il fuori salone è stato un tripudio di fiori ed installazioni in cui il verde ha dominato.

alt="greendesign-piuarch-gavrilcornelius-salone2017-viapalermo1"

Iniziamo il nostro racconto dalla centralissima via Palermo con la facciata dello studio Piuarch; il garden designer Cornelius Gavril ha progettato e installato una sorta di tenda, una seconda pelle fatta di fiori appesi a qualche decina di fili andando a decorare in modo leggero e poetico la facciata esistente.

alt="greeendesign-flowerdesign-antoniomarras-ristorante-salone2017"

Lo spazio di Antonio Marras quest’anno era un’ode ai fiori ed al romanticismo; l’interno del “bistrot Marras” allestito per l’occasione del Salone del Mobile era caratterizzato da un soffitto di fiori e candele che, specie in serata, ha riservato un effetto molto delicato sopra ai tavoli su cui si cenava.

alt="greeendesign-floerdesign-antoniomarras-giardino-gardendesign-salone2017"

Lo spazio esterno con la sua semplicità e “naturalezza” garantiva uno dei pochi angoli silenziosi e tranquilli di tutto il Fuori salone.

alt="greeendesign-gardendesign-outdoor-paolalenti-accordi-salone2017-orobia15"

Paola Lenti infine ha dato vita ad una vera e propria serra nell’ex insediamento industriale di via Orobia 15, nel “distretto” in cui sorge anche Fondazione Prada.

alt="greeendesign-gardendesign-outdoor-paolalenti-salone2017"

Tra banani e palme il limite tra spazio interno ed esterno era molto sottile e in questo contesto hanno trovato posto divani, poltrone, tappeti in una vasta rappresentazione di materiali e colori molto ricercati.

Post a Comment