logo [vc_empty_space height="10px"] Duis autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat. [vc_empty_space height="10px"]

Preview Salone 2018

alt="Salone del mobile 2018 - Locandina"

In questa edizione del Salone del Mobile arrivano domande provocatorie come ad esempio “il design può essere vegano?”. Noi prima di capire quali sono le risposte a questi enigmi, per ora forse più utopici e visionari, ci permettiamo di tracciare una linea guida di quello che il design dovrebbe continuare a raccontare e di come alcune aziende lo raccontano.

alt="Salone del mobile 2018 - Agape"

  • Il design dovrebbe trovare formule e soluzioni sempre innovative, che si legano maggiormente alle nuove esigenze dell’uomo. Da Agape avremo la possibilità di vedere diverse novità rispetto al mondo del bagno con oggetti e sistemi progettati per l’Architettura. Nuove proposte di Benedini Associati, Konstantin Grcic, LucidiPevere, Marcio Kogan, Neri & Hu, Patricia Urquiola e Studiopepe.  (c/o  Agape12, via Statuto n.12 – Brera)

alt="Salone del mobile 2018 - Agape Casa - Mangiarotti"

  • Il design dovrebbe rimanere anche fortemente legato alla propria storia e alle proprie radici. Continuare ad ammirare la bellezza dei prodotti che hanno tracciato la timeline del design internazionale è importante e significativo. Da Agape Casa ci gusteremo il piacere di rivedere e apprezzare la bellezza del design senza tempo di Mangiarotti, uno dei grandi protagonisti della progettazione italiana del Novecento. (c/o Statuto 11, via Statuto n.11 – Brera)

 

alt="Salone del mobile 2018 - Fantini rubinetti"

  • Il design dovrebbe raccontare il proprio territorio e le capacità artigianali ed industriali che lo contraddistinguono senza perdere però l’importanza del contatto e della contaminazione con gli impulsi creativi  che arrivano da altri luoghi e culture. Un’azienda come Fantini che produce rubinetterie dal 1947 racconta ad esempio una storia italiana, di un’impresa familiare che passa di generazione in generazione, oltre che la storia particolare del territorio del lago d’Orta che è un distretto in cui storicamente ci siamo distinti per la lavorazione di casalinghi e di rubinetti. Quest’anno Fantini si lega per la prima volta al nome del designer Michael Anastassiades portando una nuova serie di rubinetti nella collezione Aboutwater. (Hall 22 – Stand C23-C27)

alt="Salone del mobile 2018 - Effegibi - Spa e benessere"

  • Il design dovrebbe essere al servizio dell’uomo e delle sue esigenze. Dovrebbe migliorare la qualità di vita e permettere momenti di relax in cui il corpo riesca a ricaricarsi e a purificarsi. Al Salone Internazionale del Bagno Effegibi presenta una nuova sauna di design e un bagno turco adatto ad ogni esigenza. (Hall 22 – Stand D20-D24)

alt="Salone del mobile 2018 - Tubes radiatori"

  • Sempre occupandosi di benessere, il design dovrebbe prendersi cura, e adattarsi, essere quasi fatto su misura per l’uomo. Tubes ci parla ad esempio di un concetto di “caldo fatto su misura” e a noi, che siamo sempre più “fluidi”, piace l’idea che anche un oggetto come il radiatore si stacchi dalla sua congenita staticità e diventi un elemento altrettanto “fluido”. Seguendo questa filosofia saranno presentati i nuovi prodotti firmati Alberto Meda, Ludovica + Roberto Palomba e Luca Nichetto. (Hall 24 – Stand G21-G25)

alt="Salone del mobile 2018 - Emeco chairs"

  • Infine il design dovrebbe essere sempre più fortemente legato alla natura e rispettoso dei suoi cicli. Ci piace l’idea che un prodotto su cui ci sediamo e di cui non sempre è percepibile il contenuto della sostenibilità, sia un prodotto che racconta una storia di attenzione totale verso la natura. Emeco propone una serie di sedute in cui l’uso dei materiali e dei cicli produttivi è fortemente improntato alla sostenibilità. (Hall 20 – Stand E20)
Post a Comment