logo [vc_empty_space height="10px"] Duis autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat. [vc_empty_space height="10px"]

Cinque domande a ZDA architettura

alt="Cinque domande a - ZDA architettura - Casa Lu - Vista Soggiorno"

I lavori di ZDA, rigorosi dall’idea alla realizzazione, sono il risultato di un equilibrato incrocio tra architettura, design degli interni e del prodotto, grafica; la ricercata selezione dei materiali e la simbiosi con gli artigiani che affiancano lo studio, permettono la realizzazione di progetti “sartoriali”. Carlo ed Ezio gestiscono insieme l’intera progettazione, forti dei gusti comuni e dell’intesa che li lega e li facilita nel rapporto con i clienti e nel raggiungimento degli obiettivi. Carlo, con la sua esperienza, è punto di riferimento di tutto il team e si occupa principalmente degli aspetti tecnici e burocratici, Ezio segue nello specifico l’immagine dello studio, la ricerca dei materiali e delle aziende con cui collaborare, il resto del team li supporta nello sviluppo tecnico, grafico e pratico, giocando un ruolo fondamentale in tutti i progetti.

alt="Cinque domande a - ZDA architettura - Carlo Zupelli - Ezio Zupelli"

  • Un progetto che vi racconta?

“Con CasaLu, primo progetto portato a termine da ZDA, abbiamo realizzato il sogno della committenza ed abbiamo creato un manifesto della nostra architettura. E’ un progetto di interni ma il nostro approccio è sempre in chiave architettonica: luce, materiali, gestione degli spazi e rigore nello sviluppo delle forme, sono elementi che delineano lo stile dello studio e del progetto. Ogni elemento è stato disegnato da noi e realizzato su misura dai nostri artigiani creando poi un mix con alcuni pezzi iconici del design. Il layout parte dal concetto di “casa all’italiana” di Gio Ponti creando un grande open space suddiviso da un blocco centrale, divisibile all’occorrenza da due grandi porte che separano il living dalla zona notte.”

alt="Cinque domande a - ZDA architettura - Casa Lu - Vista camera"

  • Un oggetto della storia a cui non rinuncereste mai?

“L’Arco dei fratelli Castiglioni è il nostro oggetto culto, ne abbiamo sempre posseduto uno in casa e quando abbiamo aperto lo studio, non abbiamo potuto fare a meno di inserirlo nel nostro spazio di lavoro. Esattezza della forma, scelta dei materiali e pulizia nello sviluppo, ne fanno l’icona di design più rappresentativa del ‘900. Un aneddoto: lo proponiamo ai nostri clienti per il piacere di raccontare la sua importanza nella storia moderna del design italiano.”

alt="Cinque domande a - ZDA architettura - Oggetto iconico design - Arco di Flos"

  • Il materiale preferito?

“Da sempre il legno. La sua versatilità nell’utilizzo, le sfumature, le sensazioni tattili che trasmette e il suo profumo, sono senz’altro i motivi principali che ci legano profondamente a questo materiale. Di naturale origine, il legno, varia le sue caratteristiche nel tempo, animando gli spazi. Amiamo inserirlo all’interno dei nostri progetti, accostandolo in varie forme ad altri materiali.”

alt="Cinque domande a -ZDA architettura - Materiale preferito -Legno"

  • La casa descritta in pochi aggettivi?

“La casa è una dimensione in cui coltivare le proprie passioni e i propri affetti, quel luogo che diventa il nostro rifugio. Architettonicamente è molto difficile delineare la propria casa ideale ma un elemento per noi fondamentale è la luce, che accomuna tutti i nostri lavori, ergendosi a protagonista degli spazi in forme e intensità sempre nuove.”

alt="Cinque domande a - ZDAarchitettura - Elemento progettuale - Luce"

  • Il luogo preferito?

(risponde Ezio) Milano, città in cui ho vissuto 7 anni e alla quale sono ancora molto legato. Amo passeggiare per i viali osservando e fotografando alcuni edifici che hanno segnato la storia dell’architettura. Nella fotografia, ritraggo una delle viste che più amo di Milano: l’edificio di Moretti in Corso Italia e la Torre Velasca di Bbpr, due capolavori della Milano moderna. Il mio sogno sarebbe trasferire lo studio in Corso Italia e affacciarmi ogni mattina su questo scorcio.” 

alt="Cinque domande a - ZDA architettura - Luogo preferito - Milano"

_

Post a Comment