logo [vc_empty_space height="10px"] Duis autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat. [vc_empty_space height="10px"]

Pareti in tessuto e spazi fluidi

alt: "materialiedesign-porte-pareti-tessili-Chybik-Kristof-2"

Gli spazi abitati sono sempre più fluidi, dinamici, riconfigurabili. Lo smart working ha accelerato l’esigenza di modificare gli ambienti della casa secondo nuove necessità, gli uffici e gli spazi pubblici, tra scuole e negozi hanno l’esigenza di cambiare velocemente, adattarsi ad accogliere nuovi prodotti o nuove attività. (copertina Ph. Lukas Pelech)

alt: "materialiedesign-porte-pareti-tessili--fuorisalone-2021-elledecor-casa-fluida72"

Ph. Stefano Pavesi 

La mostra di Elle Decor “La casa fluida” in occasione dell’ultimo Salone, ci ha mostrato come uno spazio possa essere rimodulato e suddiviso attraverso sistemi leggeri e facili da muovere e riorganizzare. Le pareti in tessuto dividono e isolano senza creare vere e proprie stanze ma ambienti raccolti e intimi all’interno di uno spazio più grande che contiene anche altre persone e funzioni.

alt: "materialiedesign-porte-pareti-tessili-velvet-silk-cafe-mies-reich"

Ad un sistema divisorio fluido e morbido avevano pensato già nel 1927 Ludwig Mies van der Rohe e Lilly Reich, quando progettarono uno stand per l’industria della seta tedesca nel contesto della mostra “Die Mode der Dame”. ll “Café Samt & Seide” a Berlino era uno spazio espositivo in cui le quinte in tessuto servivano sia per mostrare il tessuto, sia per dividere ambienti e funzioni.

alt: "materialiedesign-porte-pareti-tessili-gio-ponti-via-dezza-appartamento"

Gio Ponti aveva disegnato la sua abitazione di via Dezza nel 1957 introducendo l’uso dell’elemento “modernfold”, una parete in tessuto che si modellava, già a quell’epoca, sulle esigenze di chi viveva la casa, creando spazi fluidi. Il sistema venne applicato a diversi progetti e divenne un elemento caratteristico degli interni di Ponti ma anche di Frattini.

alt: "materialiedesign-porte-pareti-tessili-Dooor_by_Roesch_Baseljpg (1)72"

Oggi, le collezioni di porte tessili del brand Dooor traducono e fondono il legame tra storia e tecnica proponendo un divisorio in tessuto che serve ad ampliare, delimitare o schermare gli ambienti a seconda della configurazione desiderata. Si tratta di un complemento d’arredo capace di creare uno spazio dinamico, un elemento architettonico dallo stile essenziale che connette gli ambienti.

alt: "materialiedesign-porte-pareti-tessili-dooor-Hermès"

L’allestimento del temporary store di Hermès, a Milano, è tra i progetti più significativi realizzati da Dooor su disegno di Park Associati. Qui la tenda, realizzata nell’iconico color arancio, diventa di volta in volta parete per i camerini, quinta, divisorio o controparte che ammorbidisce lo spazio pur mantenendo il massimo rigore architettonico.

 

Post a Comment