logo [vc_empty_space height="10px"] Duis autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat. [vc_empty_space height="10px"]

Learn at lunch

Learn at lunch” è il termine che definisce una nuova modalità di vivere la pausa pranzo che diventa, a tutti gli effetti, un’occupazione da aggiungere all’agenda quotidiana dei nostri tanti impegni. Le aziende iniziano a proporre la formula del pranzo con annessa attività formativa/culturale per ottimizzare il tempo; il tempo, quel prezioso elemento che scarseggia sempre più, occupati da impegni che si susseguono e ormai schiavi della iperconnessione e dellessere forzatamente multitasking.

alt="Learn at lunch - Anna Wintour - How to-be a boss"

La tendenza è questa: durante la pausa, oltre a concedersi un piatto di pasta o a fare attività sportiva, si aggiungono tendenze alternative. I corsi di aggiornamento on-line, obbligatori ormai per tante professioni e utili per aggiungere uno sviluppo supplementare delle nostre conoscenze sono un’idea e, tra le cose che spopolano sul web, si trova il corso lanciato da Anna Wintour l’iconica direttrice di Vogue America. Obiettivo della masterclass è insegnare, in dodici video, come si diventa un capo “How to be a boss”; il corso è on line al costo di 100 dollari a lezione.

alt="Learn at lunch - Pranzo culturale - Museo- Roma - Palazzo delle esposizioni"

Alternativa culturale è concedersi la visita ad una mostra con annesso il pranzo al museo. A breve, a Roma, al Palazzo delle Esposizioni verrà riaperto il ristorante e saranno inaugurate nuove mostre come “Dizionario folle del corpo” di Katy Couprie, un vocabolario visivo che racconta il corpo umano in tutti i suoi aspetti mescolando l’anatomia con la poesia, le azioni con le emozioni, I modi di dire con le citazioni letterarie.

alt="Learn at lunch - Brera design days 2019 - Milano"

Dal 4 al 10 Ottobre a Milano è in programma l’ormai consueto autunno dedicato al design; I Brera Design Days prevedono attività giornaliere tra mostre, talk, workshop con un calendario che copre tutta la giornata; perché non concedersi un aggiornamento o una visita proprio nel momento del pranzo trasformando la pausa in un “learn at lunch”?

Post a Comment