logo [vc_empty_space height="10px"] Duis autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat. [vc_empty_space height="10px"]

Le cantine: templi della degustazione e dell’architettura

alt="Architettura e vino - Cantina Dominus - California - progetto di Herzog & De Meuron - vista verso la vigna"

Quale migliore stagione per dedicare un po’ di attenzione alle cantine, luoghi “sacri” per gli amanti del buon vino e ormai luoghi di sperimentazione nel campo dell’architettura.

Le cantine erano da libro d’architettura contemporanea già sul finire degli anni ’90 quando gli architetti Herzog & De Meuron hanno firmato un importante progetto per l’azienda vinicola californiana Dominus. Il muro in pietre a secco chiuso dalla gabbia metallica è tra i primi elementi di riconoscimento dei due architetti. La pelle dell’edificio è descritta come una sorta di cesto con diversi gradi di trasparenza e permeabilità visiva in cui la luce disegna una serie di giochi in continuo mutamento a seconda delle ore del giorno e delle stagioni. Il grande taglio in corrispondenza di un passaggio carrabile crea la connessione visiva con la collina alle spalle del costruito. L’intento è quello di trovare e mantenere un forte legame con il territorio circostante, pur delineando una silhouette razionalista e monolitica.

Si sono cimentate altre archistar tra tra cui Zaha Hadid che ha lasciato un segno iconico e molto riconoscibile nel progetto per la Rafael Lopez de Heredia Tondonia, antica azienda vinicola spagnola di alto livello. L’involucro dello shop e centro di degustazione ha infatti la forma di un decanter fuori scala e si staglia nel contesto delle architetture tradizionali storiche preesistenti. Il decanter racchiude, come una teca completamente trasparente sul fronte, un piccolo gioiello ovvero il banco di degustazione portato in esposizione nel 1910 dai fondatori della cantina e che è rimasto preservato, intatto e riportato allo splendore con questo progetto.

alt="Architettura e vino - Cantina Nals Malgreid - Bruno - Klomfar - Fotografo"photo credits Bruno Klomfar

La cantina Nals Margreid di Markus Scherer Archtekt si trova invece sulle Alpi italiane e, nel panorama dei progetti per le aziende viti-vinicole, si colloca tra i progetti che vogliono dialogare con il territorio tramite l’uso di materiali autoctoni; formalmente invece, anziché sagomare l’architettura sulla preesistenza morfologica del territorio, crea volutamente una rottura, si sviluppa con impeto verso la strada, con una serie di spigoli vivi e dall’aspetto quasi tagliente. La copertura piana, ardita per la posizione geografica della cantina, rappresenta un elemento di unione tra i diversi edifici che costituiscono l’azienda, sia quelli preesistenti che quelli di nuova costruzione.

alt="Architettura e vino - Cantina Rocca di Frassinello - progetto di Renzo Piano - vista interna"

Ultima non certo per importanza la cantina Rocca Di Frassinello progettata da Renzo Piano.
L’impianto architettonico è caratterizzato da un perimetro rosso che campeggia sulle colline e ben visibile dalla strada. La quasi monotonia del fronte è rotta invece dalle sorprese che si incontrano una volta entrati nella struttura; la più significativa di queste “sorprese” è la barricaia che riesce ad ospitare concerti ed eventi replicando l’acustica  e ricordando la struttura di un teatro tradizionale greco o romano. Gli ospiti vengono così coinvolti in un’esperienza immersiva e non convenzionale che va molto al di là della semplice degustazione e alle cantine viene affidato quindi l’arduo compito di rappresentare anche il mondo della creatività nelle sue diverse sfumature.
alt="Architettura e design - Cantina Rocca di Frassinello - progetto di Renzo Piano - vista esterna"

 

Post a Comment